Leadership aziendale: ci vuole più autenticità o più strategia?

leadership aziendale strategia

Leadership aziendale: tutti la immaginiamo visionaria e carismatica, ma su quali valori è bene costruirla affinché sia efficace? Scopriamolo insieme.

Vi siete mai chiesti che tipo di leader vorreste essere? 

Leadership aziendale: due parole e immediatamente nel nostro immaginario si affollano i visi di grandi leader e comunicatori del nostro tempo. Da Steve Jobs, a Jeff Bezos, da Sergio Marchionne a Mario Draghi, da Christine Lagarde a Bill Gates, da Elon Musk ad Arianna Huffington: stili diversi, personalità sfaccettate, ma un solo grande DNA, quello del leader.

Come si costruisce, dunque, una leadership aziendale incisiva ed efficiente rimanendo autentici? Ma soprattutto è più proficuo costruirla puntando sull’autenticità o sulla strategia?

L’autenticità è spesso considerata il top level della leadership aziendale: essere trasparenti e fedeli al proprio mondo valoriale, inteso in senso etico, è certamente un valido asset su cui fondare la propria identità di leader, tuttavia una definizione troppo restrittiva di autenticità può essere di ostacolo a una leadership efficace.

È la tesi sostenuta da Herminia Ibarra, professoressa di comportamento organizzativo alla London Business School, che in un lungo articolo pubblicato sull’Harvard Business Review analizza come il paradosso dell’autenticità a tutti costi possa diventare controproducente quando si tratta di leadership.

Leadership aziendale: i 3 paradossi dell’autenticità

“Essere fedeli a se stessi.”

Sì, ma a quale sé? Ne abbiamo molti, a seconda di ruoli e contesti in cui agiamo, a seconda dei cambiamenti che viviamo e, inevitabilmente, vivremo. Dunque come possiamo essere fedeli ai noi stessi del futuro?

“Essere trasparenti e coerenti tra ciò che si prova e ciò che si fa o si dice.”

La trasparenza assoluta, quando si occupa un ruolo direzionale o strategico, rischia di minare la credibilità e l’efficacia della leadership, danneggiando la propria immagine che risulterà vulnerabile e fallibile, tratti poco apprezzati e apprezzabili in un leader, dal quale ci si aspetta una guida ferma e sicura.

“Fare scelte basate sui valori.”

Prendere decisioni basate su valori ispirati da esperienze pregresse può condurre fuori strada, mettendo in atto sì, un comportamento autentico, ma poco adatto alle caratteristiche di nuove sfide.

Essere ancorati ad una leadership aziendale troppo basata sull’autenticità, rischia di far sì che le nostre storie ed esperienze pregresse influenzino le potenzialità del nostro futuro, intrappolandoci in meccanismi obsoleti e precludendoci di scoprirne di nuovi e più idonei a ruoli più importanti e incarichi più complessi.

Il modo più strategico per evolversi come leader è allargare l’orizzonte entro il quale ci si muove per scoprire nuovi sé, ugualmente autentici, che ci possono aiutare ad adattarci a nuove situazioni in modo più strategico e fattivo.

Curiosi di approfondire queste e altre tematiche inerenti al mondo della leadership aziendale, e più in generale del marketing e della comunicazione d’impresa?

Scrivici ad info@nidas.it per fissare un appuntamento o facci un colpo di telefono allo 030 777 6887!